mercoledì , 18 ottobre 2017

Conoscere in tempo reale gli accessi nei Pronto Soccorso del Lazio

Questo è uno strumento che permette di conoscere in tempo reale gli accessi nei Pronto Soccorso del Lazio. L’iniziativa s’inserisce nel percorso che la Regione Lazio ha intrapreso per costruire un sistema d’informazioni, permettendo ai cittadini di potere accedere ai dati sul Sistema Sanitario Regionale. Perché solo condividendo le informazioni si potrà portare la sanità a rispondere ai bisogni di tutti in maniera adeguata. Va sottolineato che questi dati non possono essere utilizzati per misurare la qualità e tempestività dell’assistenza fornita nei Pronto Soccorso, è uno strumento importante d’informazione e trasparenza dei servizi sanitari e non fornisce classifiche o giudizi.

Come funziona

Il portale è di facile consultazione con tabelle aggiornate costantemente in tempo reale. I dati si riferiscono agli accessi nei Pronto Soccorso o Dipartimenti di Emergenza di I o II livello, registrati dai singoli presidi attraverso il sistema GIPSE (software per la gestione delle accettazioni in PS). La rilevazione copre la quasi totalità delle strutture, tranne 4 PS di ospedali privati, i PS specialistici dell’Ospedale S. Camillo-Forlanini (Pediatrico e Ostetrico) e i PS specialistici odontoiatrici G. Eastman e del Policlinico di Tor Vergata. In tabella sono riportati sia il numero di pazienti in attesa che quelli in trattamento, distinti per colore del triage. Nelle ultime colonne sono indicati il numero di pazienti già trattati in attesa di ricovero o di trasferimento ad altro istituto, il totale dei pazienti per i quali è ritenuta necessaria un’ulteriore osservazione e il totale dei pazienti presenti nel Pronto Soccorso. I dati sono ordinabili anche per nome dell’Ospedale, per ASL o Comune di ubicazione o per ruolo della struttura nella rete dell’emergenza (PS, DEA I, DEA II). Nel Pronto Soccorso con metodi codificati (triage) sono individuati i problemi più importanti e stabiliti, in base alle condizioni d’urgenza, il livello di gravità e la priorità.

A ciascun paziente è attribuito un codice, corrispondente alla sua condizione:

• codice rosso: molto critico, pericolo di vita, priorità massima, accesso immediato alle cure;

• codice giallo: mediamente critico, presenza di rischio evolutivo, possibile pericolo di vita;

• codice verde: poco critico, assenza di rischi evolutivi, prestazioni differibili;

• codice bianco: non critico, pazienti non urgenti.

N.B. Le attese variano in base al codice-colore attribuitone al numero di pazienti presenti.

Clicca qui per vedere tutti gli accessi in tempo reale nei Pronto Soccorso del Lazio

Commenti

Leggi anche

La Professione Infermieristica secondo il quotidiano La Repubblica

Un decalogo di “10 pseudo mansioni” pubblicate sul noto quotidiano La Repubblica per suscitare sentimenti …

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere gratuitamente tutte le notizie pubblicate sul sito del Collegio IPASVI di Frosinone.

Send this to friend