mercoledì , 18 ottobre 2017

CORSO ECM – Benessere, Stile di vita, Prevenzione. Operatori sanitari: spettatori o protagonisti?

Il Corso ECM “Benessere, Stile di vita, Prevenzione. Operatori sanitari: spettatori o protagonisti?” si terrà a Castrocielo presso la sala convegni dell’Hotel Liolà (adiacente lo svincolo autostradale A1) il giorno 28 febbraio 2014.

DALLE ORE ALLE ORE 

DETTAGLI

Durata del dettaglio

(HH.MM)

Metodologia

Didattica

 

Docente

 

da: 8.30

 a: 8.50

Registrazione presenze partecipanti

0.20

da: 8,50

 a: 9.20

Obiettivi e Metodologia del workshop

0.30

R. Zappulo

da: 9.20

 a: 10.10

La psicologia del benessere

0.50

Lezione frontale

S.  Maggiacomo

da: 10.10

 a: 11.00

Prevenire gli eventi cardiovascolari

0.50

Lezione frontale

R.  Zappulo

da: 11.00

 a: 11.20

Coffee-break

0.20

da: 11.20

 a: 12.10

Dal contatto privilegiato all’attivazione del cambiamento: l’educazione terapeutica nell’infermieristica

0.50

Lezione frontale

P. Masi

da: 12.10

 a: 13.00

Il comportamento alimentare

0.50

Lezione frontale

P. D’Adamo

da: 13.00

 a: 13.40

Discussione

0.40

Lezione frontale

Partecipanti e relatori

da: 13.40

 a: 14.10

Pausa pranzo

0.30

da: 14.10

 a: 15.00

Fisioterapia: Prevenzione e riabilitazione

0.50

Lezione frontale

M. Carano

da: 15.00

 a: 15.50

Una patologia, una dieta.

Una famiglia, tante diete

0.50

Lezione frontale

M. Proietti

da: 15.50

 a: 16.40

Accompagnare per cambiare: l’alleanza terapeutica

0.50

Lezione frontale

P. SimonelliL. Frattarelli

da: 16.40

 a: 17.40

Metodi e Tecniche di rilassamento riflessivo

0.60

Lavoro di gruppo:

Simulata formativa

S.  Maggiacomo

da: 17.40

 a: 18.20

Discussione

0.40

Partecipanti e relatori

Partecipanti e relatori

da: 18.20

 a: 18.40

 Test ECM e VERIFICA DI GRADIMENTO

0.20

RELATORI:

Salvatore  Maggiacomo, psicologo
Paola Simonelli, medico  endocrinologoLuigi  Frattarelli, laureato in Scienze motorie
Renato  Zappulo, medico cardiologo
Mauro Carano, fisioterapista
Paola D’Adamo, biologo  nutrizionista
Paolo Masi, infermiere
Massimo Proietti, medico  gastroenterologo

 

RESPONSABILE SCIENTIFICO: Renato Zappulo

Finalità

Le esigenze e le richieste dei pazienti che si rivolgono presso un ambulatorio o servizio per migliorare il proprio stato di benessere attraverso un cambiamento dello stile di vita sono molteplici: l’elaborazione di piani dietetici specifici, le strategie per imparare a gestire la propria alimentazione in modo più equilibrato, gli strumenti utili per migliorare lo stato di salute e benessere mentale, etc.

Tra gli strumenti utilizzati dal terapeuta per illustrare al paziente “come fare” per migliorare il proprio stile di vita, e quindi stato di salute, è utile considerare anche le strategie per ristrutturare gli schemi mentali e le abitudini comportamentali che sono tra i fattori causali del loro attuale stile di vita e stato di salute e dai quali dipende il successo terapeutico nel medio lungo termine.
L’ambiente in cui vive il paziente, le sue convinzioni e valori, le esperienze vissute, comportamenti e le capacità, le strategie utilizzate per raggiungere i propri obiettivi sono alcuni tra gli aspetti da esplorare nel contesto terapeutico, al fine di riconoscere quali siano stati i fattori che hanno contribuito a creare i sintomi dello stato di salute attuale e di estrapolare le risorse potenzialmente utili nel processo di cambiamento.
Lo scopo del corso è quella di fornire alcuni strumenti da integrare nel proprio modello di approccio terapeutico al fine di migliorare l’alleanza terapeutica, la compliance al trattamento e i risultati terapeutici. Il raggiungimento degli obiettivi non può riguardare il singolo professionista ma deve essere la finalità comune e condivisa di un’equipe terapeutica, deve assumere il valore di End point culturale degli operatori sanitari.

Obiettivi

* Analizzare il significato di benessere e stile di vita in un’ottica olistica e non esclusivamente organicistica. Promuovere lo sviluppo di competenze degli operatori sanitari per introdurre nel fare quotidiano, strategie di cambiamento e rivalutazione del benessere complessivo dei pazienti e non rivolto esclusivamente all’attenzione di una specifica patologia.

* Identificare i limiti nelle strategie mentali adottate dal paziente nel processo di cambiamento

* Estrapolare le risorse del paziente sfruttabili nel percorso terapeutico

Commenti

Leggi anche

11° Forum Risk Management in Sanità

Il Forum Risk Management in Sanità, rassegna sulle tecnologie applicate alla sicurezza del paziente, giunge …

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere gratuitamente tutte le notizie pubblicate sul sito del Collegio IPASVI di Frosinone.

Send this to friend