mercoledì , 13 dicembre 2017

EVIDENCE – Gestione della fase acuta dell’infarto miocardico ST-elevato

Nell’infarto acuto del miocardico con tratto ST sovraslivellatoST-segment elevation myocardial infarction (STEMI) – la priorità fondamentale è ripristinare la perfusione coronarica in maniera rapida e efficace, per limitare gli eventuali danni al miocardio e ridurre la probabilità di esito fatale e di futura insufficienza cardiaca. La riperfusione coronarica può essere ottenuta farmacologicamente (fibrinolisi con reteplase o tenecteplase) oppure meccanicamente, mediante angioplastica percutanea con posizionamento di uno stent – percutaneous coronary intervention (PCI).

Questo articolo sintetizza le recenti raccomandazioni del National Institute for Health and Care Excellence (NICE) per una riperfusione coronarica efficace e tempestiva nei pazienti con STEMI. Le raccomandazioni del NICE sono basate su una revisione sistematica delle migliori evidenze disponibili e sull’esplicita considerazione della costo-efficacia degli interventi sanitari considerati. Quando le evidenze sono limitate, le raccomandazioni si basano sull’esperienza del gruppo che ha prodotto la linea guida – Guidelines Development Group (GDG) – e sulle norme di buona pratica clinica. I livelli di evidenza delle raccomandazioni cliniche sono indicati in corsivo tra parentesi quadre.

via www.evidence.it

Commenti

Leggi anche

Job International ricerca Infermieri per lavorare a tempo indeterminato in Germania

Job International è una scuola di lingue e di formazione con sede a Madrid e …

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere gratuitamente tutte le notizie pubblicate sul sito del Collegio IPASVI di Frosinone.

Send this to friend