mercoledì , 18 ottobre 2017

”Facevo la fila al pronto soccorso”, clamorosa protesta di CasaPound

”Facevo la fila al pronto soccorso.” Così recitano i cartelli fissati su alcune sagome rappresentanti degli “scheletri” esposti nella notte dai militanti di CasaPound Italia presso il Pronto Soccorso del presidio ospedaliero “Fabrizio Spaziani” di Frosinone. La clamorosa azione è tesa a denunciare la disastrosa situazione in cui è sprofondata la sanità ciociara.

Siamo molto probabilmente arrivati al livello più basso che si sarebbe mai potuto registrare

dichiara Fernando Incitti, leader provinciale di CasaPound Italia

la sanità ciociara si avvia ormai a non esistere più e i suoi assassini hanno deciso che gli abitanti di questa terra hanno l’unico diritto di morire su una barella in attesa di un posto letto o aspettando del sangue che non arriverà mai”. Il fatto che la Regione Lazio abbia deciso di trasferire il Centro Medico Trasfusionale dall’ospedale di Frosinone a Roma Tor Vergata è solo un altro passo di un vero e proprio processo di distruzione e ‘sciacallaggio’ avviato da anni non solo nel settore della sanità“.

continua il responsabile del movimento

anche in una crisi senza precedenti come questa, c’è qualcuno che pensa che ci siano territori di serie A e territori di serie B”. L’unica soluzione è quella di mandare a casa a calci nel sedere chi ha permesso tutto questo e affidare la cosa pubblica a chi crede che la dignità e la salute di un essere umano siano più importanti di conti che non tornano, non casualmente, e di chiacchiere alle quali non crede più nessuno”. Mentre continua l’agonia dei presidi ospedalieri di tutta la Provincia, come quelli di Anagni e Alatri, e l’ospedale di Frosinone non riesce più a far fronte a un bacino d’utenza di migliaia di persone

conclude Incitti

a noi non resta che continuare a combattere ancor più fortemente pur di non vederci privati di ciò che uno Stato degno di questo nome dovrebbe garantire ai suoi figli”.

CasaPound Italia rende noto che le sagome rappresentanti gli ‘scheletri’ utilizzate, sono state esposte all’esterno e non all’interno del Pronto Soccorso proprio per non turbare coloro i quali stanno pagando sulla propria pelle le motivazioni della protesta.

via www.tg24.info

Commenti

Leggi anche

La Professione Infermieristica secondo il quotidiano La Repubblica

Un decalogo di “10 pseudo mansioni” pubblicate sul noto quotidiano La Repubblica per suscitare sentimenti …

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere gratuitamente tutte le notizie pubblicate sul sito del Collegio IPASVI di Frosinone.

Send this to friend