venerdì , 24 novembre 2017

Il SIGG risponde: niente corsi alle badanti, gli atti sanitari sono di Medici e Infermieri

Pochi giorni dopo il servizio di Simone Torchetti del TG2, andato in onda il 22 Maggio scorso, non è tardata ad arrivare la replica del SIGG (Società Italiana di Geriatria e Gerontologia): Il Corso non prevede nessuna formazione su tecniche di competenza infermieristica, prima fra tutti la somministrazione di iniezioni intramuscolari che rimangono di competenza esclusiva di Medici e Infermieri.

Il SIGG risponde: niente corsi alle badanti, gli atti sanitari sono di Medici e Infermieri

Il tutto ha avuto inizio per un corso promosso in 9 regioni italiane (Lombardia-Toscana-Umbria-Marche-Lazio-Abruzzo-Molise-Calabria-Sardegna) per la formazione di badanti e familiari di anziani non autosufficienti, finalizzato alla presa in carico della persona in ambito sanitario, dalla somministrazione farmaceutica alle intramuscolari fino ai consigli sull’alimentazione.

Nel servizio fu intervistato il prof. Paolo Falaschi (responsabile Unità Geriatria – Ospedale Sant’Andrea – Roma) sul progetto : “Verrà insegnato come fare un iniezione, come misurare la pressione, come fare un prelievo per la glicemia, ma anche come muoversi nella complessa rete dei servizi territoriali, come fare delle richieste alla Asl, qual è la reazione degli ambienti, qual è l’alimentazione più corretta per un soggetto anziano”.

Immediata fu la reazione sui social e sulle riviste on line per l’inavsione di campo di pratiche sanitarie per le quali la legge richiede laurea e abilitazione per non incorrere nel reato di esercizio abusivo di professione sanitaria (art.348 ccp),

Ma immediata, come anticipato, è stata anche la risposta della SIGG, il cui presidente, Nicola Ferrara, anche su sollecitazione della sezione nursing della Società scientifica, ha inviato alla presidente della Federazione Ipasvi una lettera di chiarimenti.

Gentilissima Dott.ssa Mangiacavalli,

con riferimento al Corso di Formazione per Caregivers di Anziani Non Autosufficienti, promosso dalla Società Italiana di Gerontologia e Geriatria a cura del Prof. Paolo Falaschi – Responsabile U.O. di Geriatria dell’Ospedale Sant’Andrea di Roma, a seguito dell’intervista andata in onda al TG2 domenica 22 maggio u.s., è nostra premura chiarire che il Corso non prevede l’acquisizione di competenze specifiche relative alla possibilità di effettuare iniezioni intramuscolo al paziente da parte del caregiver.

E’ nostro dovere precisare che si è trattato di un errore di comunicazione del quale ovviamente ci scusiamo. Il Corso non prevede nessuna formazione su tecniche di competenza infermieristica, prima fra tutti la somministrazione di iniezioni intramuscolari che rimangono di competenza esclusiva di medici e infermieri.

A tal proposito, si ricorda che il Corso si prefigge i seguenti obiettivi:

  • Conoscenze inerenti la rete dei Servizi Socio-Sanitari e capacità di accedere alle risorse territoriali;
  • Capacità di identificazione dei bisogni e delle problematiche fisiche, psicologiche, assistenziali e curative delle persone anziane non autosufficienti;
  • Abilità legate alla cura e all’igiene della persona e dell’ambiente;
  • Principi generali di educazione alimentare;
  • Abilità finalizzate al miglioramento del contesto abitativo, indipendenza e sicurezza domestica e qualità della vita.

La Società di Gerontologia e Geriatria si rende disponibile a far visionare il materiale informativo su richiesta inviando una email a sigg@sigg.it.

Cordiali saluti,

Nicola Ferrara

Il corso, tra l’altro, come riporta la locandina è organizzato dalla SIGG e dalla sua stessa sezione Nursing.

Commenti

Leggi anche

La Professione Infermieristica secondo il quotidiano La Repubblica

Un decalogo di “10 pseudo mansioni” pubblicate sul noto quotidiano La Repubblica per suscitare sentimenti …

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere gratuitamente tutte le notizie pubblicate sul sito del Collegio IPASVI di Frosinone.

Send this to friend